E’ Natale

Sharing is caring!

Come tutti gli anni, Natale è arrivato ed è accompagnato dalla sua atmosfera di gioia e serenità. Perché non accompagnarla alla lettura di un buon libro? A Christmas Carol è un’ottima scelta per rimanere in tema natalizio. L’opera fu pubblicata da Charles Dickens nel 1843 e ci è giunto con il titolo Canto di Natale.

Charles Dickens nacque a Portsmouth nel 1812 e nelle sue opere si ispira maggiormente alle sue esperienze di vita. Egli, infatti, iniziò a lavorare in una fabbrica a soli dodici anni a causa dei debiti familiari, ma la sua passione per la sua scrittura ebbe la meglio.  Il suo obiettivo era quello di dirigere l’attenzione del suo pubblico sulle condizioni sociali della classe lavoratrice e meno abbiente.
A Christmas Carol è uno dei suoi racconti più famosi. La storia si svolge intorno alla figura di Ebenezer Scrooge, un ricco uomo d’affari noto per la sua avarizia, il quale riceve la visita la notte della vigilia dal fantasma dell’ormai defunto socio. Questi lo mette in guardia sul suo comportamento e sulle conseguenze che esso avrà nell’oltretomba. Al fine di indurlo cambiare il suo comportamento, tre Spiriti vanno da Scrooge durante la notte. Il primo è lo Spirito del Natale Passato, il quale, tramite immagini degli scorsi Natali, gli permette di ripercorrere la sua vita in una serie di flashback. Segue lo Spirito del Natale Presente, che lo rende consapevole delle ripercussioni che hanno le sue azioni nella vita di coloro che gli vivono intorno. Infine, l’ultimo a visitarlo, è lo Spirito del Natale Futuro, il quale gli mostra la sua triste fine. Riuscirà Scrooge a cambiare?
Nonostante le tematiche costanti della moralità vittoriana e delle povere condizioni sociali delle classi meno alte, A Christmas Carol è un racconto adatto e consigliato non solo ai grandi, ma anche ai più piccini.
Se la lettura non fa per voi, è possibile guardarne la versione cinematografica. Il successo del racconto ha reso possibile la sua trasformazione in pellicola da parte delle più  grandi case produttrici con realizzazioni che spaziano dai film muti del 1910 alle versioni della Walt Disney (Canto di Natale di Topolino, 1983), della Warner Bros (Canto di Natale – Il film natalizio dei Looney Tunes, 2006) e degli Universal Studios (Barbie e il canto di Natale, 2008), per arrivare alla pellicola della Walt Disney A Christmas Carol del 2009 in 3D.
Infine, se preferiamo i film, è possibile dare un’occhiata alla modernizzazione della storia col film Cupido a Natale, una commedia romantica, o andare direttamente al cinema a vedere Dickens – L’uomo che inventò il Natale, uscito nelle sale cinematografiche il 21 dicembre di quest’anno che narra la storia dell’autore e di ciò che l’ha ispirato per la stesura di questo fortunato racconto.
Buon Natale e, nel caso in cui scegliate un film, buona visione!

Michela Saraceno VD Liceo Scientifico

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *